Racconti di Viaggio


Racconti, lettere, stupidaggini che hanno per tema un viaggio, un posto, una situazione o un ricordo.

Sieti liberi di mandarmi i vostri testi che saro' contento di pubblicare su Venticinquemilamiglia.
Per commentare invece i racconti scritti dagli altri, usate il forum oppure il Muro dei Graffiti.
I Racconti
 I racconti di Muttley  Racconti scritti da voi




vuoi inserire un tuo racconto?...clicca qui!

Tutti gli scogli del mondo
(Prickly Bay, 24 Aprile, by Carlo)
Dalla parte di Nemo
(14 Marzo, by Paola Lancia)
A Lady in reed
(Grenada, 6 Marzo, by Carlo)
Mistero ai caraibi
(Caraibi, 6 Marzo, by Carlo)
Capre e capricorni
(Mindelo, 6 Marzo, by Carlo)
Le due città
(Capoverde, 6 Marzo, by Carlo)
Diario di viaggio 3
(6 Marzo, by Carlo)
Diario di viaggio 2
(6 Marzo, by Carlo)
Diario di viaggio 1
(Capoverde, 6 Marzo, by Carlo)
Il Diario di Bordo di Aquileia
(Aquileia, 3 Dicembre, by Spartaco Ippolitoni)
Un cambio di vento
(Mahon ,Ibiza,isole Baleari, 2 Dicembre, by Carlo Farina)
La triste storia di un parabordo
(Tariffa, 2 Dicembre, by Carlo Farina)
Corri Carlo corri,corri nella nebbia
(Lanzarote, 2 Dicembre, by Carlo Farina)
L'uccello, Carlo e l'avventura
(Fuerteventura, 2 Dicembre, by Carlo Farina)
Tomani rrisparmien !
(Fuerteventura, 2 Dicembre, by Carlo farina)
Raggi Gamma nella notte alle porte di Tanneuser
(Gran Canaria, 2 Dicembre, by Carlo Farina)
Un grande maschio invertito
(Gran Canaria, 2 Dicembre, by Carlo Farina)
Sola nel blu
(19 Settembre, by Paola Lancia)
Once we were Cannibals (dalla parte dei cannibali)
(5 Settembre, by Carlo)
Cotti e mangiati
(1 Settembre, by Carlo Farina)
Zeta l'orgia di scrivere
(1 Dicembre, by Carlo)
Giriamo in tondo
(1 Dicembre, by Carlo)
Domani
(1 Dicembre, by Carlo )
Tornati
(7 Settembre, by Giancarlo Albani)
Essere soli...
(23 Agosto, by Giorgio Basile)
Un uomo ferito
(19 Agosto, by Carlo)
Discussione concitata
(19 Agosto, by Carlo)
Gaetano piuttosto varano
(12 Agosto, by Carlo)
Un viaggio da ricordare
(3 Agosto, by Laura D.)
I fidanzatini del Cairo
(29 Luglio, by Giorgio Basile)
Fra le onde dell'oceano
(11 Maggio, by Sandro da Monteveglio)
Dai che ce la fai!
(9 Maggio, by Enzo Mazza)
Dieci piccoli indiani in crociera.
(29 Aprile, by Carlo)
www. venticinque…..
(Panama, 29 Aprile, by Carlo)
Ricomincio da tre
(Navigazione, 29 Aprile, by Carlo)
Muore un papa
(Navigazione, 29 Aprile, by Carlo)
Pollice verso
(Galapagos, 29 Aprile, by Carlo)
Notte di luna
(29 Aprile, by Carlo)
Ma che bello
(26 Aprile, by Marziagigibetta)
Con i telefoni che impazzano...
(25 Aprile, by Roberta)
Storia di Cartagena: Una tranquilla serata in America (2/3)
(Cartagena, 19 Aprile, by Carlo)
Paro de buses
(Colon, 19 Aprile, by Carlo)
Storia di Cartagena: L'attacco (1/3)
(Cartagena, 19 Aprile, by Carlo)
Storia di Cartagena: Serata Caraibica (3/3)
(Cartagena, 19 Aprile, by Carlo)
Vita da Kuna
(San Blas, 19 Aprile, by Carlo)
Ma sono tue davvero?
(San Blas, 19 Aprile, by Carlo)
Quanto Tempo?
(15 Aprile, by Bimba)
Biografie
(Cartagena, 4 Aprile, by Carlo)
Spartaco e il Capitano
(Cartagena, 2 Aprile, by Carlo)
Prigionieri...
(Cartagena, 2 Aprile, by Carlo)
Achab e il bullone bianco
(Cartagena, 2 Aprile, by Carlo)
Il merluzzo
(Navigazione, 2 Aprile, by Carlo)
Alla ricerca del pennello giallo
(Cartagena, 30 Marzo, by Carlo)
Diver's Paradise
(Bonaire, 30 Marzo, by Carlo)
Pirati
(Navigazione, 30 Marzo, by Carlo)
Ritorno a casa
(Bonaire, 30 Marzo, by Carlo)
Piedi e Crociere
(Los Roques, 22 Marzo, by Carlo)
Gita a Los Roques
(Los Roques, 22 Marzo, by Carlo)
Amazzonia
(Orinoco, 15 Marzo, by Bruno e Denis)
Accessi..........
(Margarita, 14 Marzo, by Carlo)
Carnaroli a Sulawesi
(Margarita, 14 Marzo, by Carlo)
L'innominabile
(Margarita, 14 Marzo, by Carlo)
Presenze...
(Union Island, 11 Marzo, by Carlo)
Predatori assoluti
(Los Testigos, 11 Marzo, by Carlo)
Conversazione VHF
(Un mare qualsiasi, 11 Marzo, by Miriam)
Truffe e simili
(Margarita, 11 Marzo, by Carlo)
La maledizione dei pirati della luna nuova
(Grenada, 2 Marzo, by Carlo)
Il Grande Fratello
(Grenada, 2 Marzo, by Carlo)
L'ormeggio
(Grenada, 28 Febbraio, by Carlo)
Uomini e topi
(Traversata, 22 Febbraio, by Carlo)
Sbileng
(Traversata, 22 Febbraio, by Carlo)
Il giorno rubato
(Traversata, 22 Febbraio, by Carlo)
Carnevale a Tenerife
(Tenerife, 5 Febbraio, by Carlo)
Cartolina a un'amica
(Las Palmas, 31 Gennaio, by Carlo)
La Pastotta
(Navigazione, 31 Gennaio, by Carlo)
Noi e gli altri
(Navigazione, 28 Gennaio, by Carlo)
Gennaker
(Navigazione, 28 Gennaio, by Carlo)
Parla come magni
(Navigazione, 28 Gennaio, by Carlo)
Le Colonne d'Ercole
(Gibilterra, 28 Gennaio, by Carlo)
Clandestini senza visto
(Algeri, 15 Gennaio, by Carlo)
Tutto come previsto
(Algeri, 13 Gennaio, by Carlo)
Giro del mondo a vela
(Fiumicino, 12 Gennaio, by Carlo)
 Un grande maschio invertito
 by Carlo Farina
data: 02/12/2006 
luogo: Gran Canaria 

Un grande maschio invertito




“Carlo ,vuoi una fetta di crostata?”

Io detesto le crostate e quasi tutti i dolci simili ,ma la crostata era sconvolgente e bellissima: le crostate di Vittorio sono le migliori della storia.

“ si grazie ,un pezzo piccolo”

Io continuo a detestare le crostate ,ma quella era una fuori serie,era buona anche per me.



Della farina ,del lievito, della marmellata ,qualche altro cavolochenonsocos’è , trentadue minuti di forno abbastanza caldo ,l’arte di Vittorio ed il miracolo è fatto.



In barca normalmente si mangia benissimo ,non una cucina povera-ma-elegante.

No! una cucina raffinata ,quasi leccata ,con qualche sfumatura di ricerca della perfezione,ricerca di sapori nuovi.

Io cucino abbastanza bene a casa mia ,facendo feste per venti, trenta persone ,magari usando solo l’ultimo fornello rimasto vivo nella mia disastrata cucina .

Qui no di fornelli ne abbiamo almeno trentuno ,con vari forni.

Qui no ,ho scoperto le zucchine saltate col cardamomo .

Cardachè ?,non sapevo nemmeno che esistesse .

Adesso stanno parlando di curry fatto in casa , non comprato .

Sarà sconvolgente come al solito.



Io mangio tutto ,ma preferisco mangiare bene ,anzi meglio; anche se poi questo mi rovina per il resto della vita perché dopo mi accorgerò quando mangio male al ristorante; cosa che per adesso non mi disturba più di tanto.



Si,vabbeh ,ma a noi checce frega?

Nun te piacciono le crostate e mangi quelle de Vittorio,almeno ce ne dessi na fetta”!

Fai le feste a casa tua e nun ce inviti .

In barca se magna bene ,…….mbeh!

E a noi checcefrega nun celo metti?



Leggete e saprete



Questa è la storia della ricarica di due bombole del gas .



Abbiamo quattro bombole di gas ,una con attacco Americano ,per quando saremo ai Caraibi ,due da sei litri campingas ed una da tre ,sempre campingas per l’emergenza.

Eravamo appunto in emergenza ,attaccati all’ultimo rimasuglio della tre litri ,poi la fine: niente caffè ,niente pasta ,niente di niente ,col microonde attaccato al generatore non si riesce a fare quasi niente ,magari a scaldare del caffè ,ma se non lo puoi fare che cavolo scaldi?(Mr de la Palisse).

La bombola americana si ricaricherà quando arriveremo ai Caraibi.



Ogni micronazione ha una sua bandiera ,un suo presidente più o meno democratico, un esercito,un potere giudiziario più o meno indipendente ,un palazzo del governo,quasi ognuna ha una sua moneta ,ma TUTTE hanno almeno un attacco del gas diverso da tutti gli altri nell’universo.



Alle Canarie ,miracolo, c’è un attacco uguale per tutte le isole .

Uguale tra loro ,si,ma….. ovviamente diverso da tutti quelli (numerosissimi) che avevamo noi.



Per complicare la vita ci si sono messi anche gli attacchi col passo invertito,che hanno la particolarità di avvitarsi in senso contrario ,così una femmina normale non può accoppiarsi con un invertito,sembrerà una cosa naturale ,ma ci complica la ricarica.



Per colpa del maschio invertito non siamo riusciti a caricare né a Lanzarote né a Fuerteventura .

Adesso incombe lo spettro della cucina a microonde .



Frustrati dalla nostra momentanea impotenza e minacciati di astinenze culinarie reagiamo:

No ! Tenteremo per tutto il giorno se serve ,ma ricaricheremo.

A Capo Verde ci sono poche ricariche e non sanno neanche cosa è un maschio col passo sinistro .

Il tutto deve risolversi qui ,a Gran canaria.,ad ogni costo ,non sarà un invertito a fermarci.



L’avventura cominci : dopo quaranta chilometri di tentativi ,chiedendo solo due volte la strada, troviamo un ricaricabombole .

E’ fatta : è una specie di fabbrica con tanto di serbatoi dalla quale escono camion pieni di bombole di butano (anche il nostro è butano).

Dimenticavo di dirvi che esistono anche molti tipi di gas, ognuno incompatibile con gli altri , perché se no era troppo semplice.



“Quante bombole avete da ricaricare ? “ -noi timidamente- “due”

Ne ricaricano anche solo due ,siamo sempre più fortunati.



Non si può entrare nella fabbrica perché servirebbero una serie di precauzioni antincendio, minuziosamente elencate in un cartello plurilingue lungo più o meno come il codice di procedura penale Polacco.

“Esperen aquì” e va a telefonare per far venire a prendere li bombole.



Noi esperiamo allì in una specie di cortile parcheggio pieno di bei cactus ,ma attraversato da duemila velocissimi camion che portano bombole vuote e le riprendono piene .

Un’atmosfera di sana efficienza Spagnola.



Dopo venti minuti arrivano a prendere le bombole con un carrello motorizzato, attrezzato con duemila cosi antifiamma ,reti sullo scarico etc..



Le nostre bombole sono troppo corte “ no se pueden cargar”

Mostriamo il nostro meraviglioso raccordo semiuniversale (in teoria) e “haremos un intento “,nel senso di tentativo .

Nell’attesa riportano le bombole di uno Spagnolo semialbino ,bruciacchiatello dal sole delle Canarie .

Lui le guarda ed improvvisa una specie di danza della felicità: di due gliene hanno ricaricata una ,magari era addirittura la più grande.



Cominciamo a preoccuparci .



Dopo una mezz’ora arriva un tecnico: non si possono caricare ,il loro maschio è si un maschio invertito ma è molto grande per l’accoppiamento, esige una femmina più grande .

Succede spesso.



Domandiamo dove possiamo trovare una femmina invertita adeguata ed a che ora chiudono .

Alle tre del pomeriggio ,ma fanno sosta dalle undici e mezzo a mezzogiorno e mezzo.

Sono le undici .

Schizziamo in un paese vicino a cercare una femmina adeguata a cotanto maschio.

In quel paese ci sono solo maschi piccoli ,invertiti e non ,ma solo piccoli piccoli,che si accoppiano bene con le femmine relative ,ma grandi femmine non ce ne sono.

Come faranno senza le femmine grandi?

Sarà per questo che alle Canarie c’è stata sempre molta emigrazione.



Proviamo in una ferreterìa più grande ,la più grande della zona .

C’è principalmente roba idraulica ,ma qualcosa anche per il gas .

Maschi e femmine a pacchi ,ma pochi invertiti.

Per arrivare ad avere quello che vogliamo proviamo tutte le possibili combinazioni di raccordi ;trenini di maschi con invertiti ,con femmine ,con femmine invertite, cerchiamo un doppio maschio che sia normale da una parte ed invertito dall’altra accrocchi lunghi anche quindici centimetri ,piccoli con grandi raccordi normale -invertito ,femmine anche loro invertite con tutto quanto possibile.

Alla fine troviamo una femmina adeguata ,grande ,invertita ,con un peduncolo che potrebbe entrare nel nostro tubo .

Tagliamo il tubo di raccordo ,ci infiliamo il peduncolo della femmina invertita ed il gioco è fatto,due fascette ,magari tre per una buona tenuta e tutto funziona a dovere..



Neanche per idea: quell’ unione contro natura ,non sarà mai accettata in fabbrica perché è troppo aleatoria ,quindi pericolosa ,serve una unione più stabile .

Una crimpatura che fissi i due in un’unione permanente.



Vi risparmieremo le spiegazioni in Spagnolo del fatto che se un maschio è troppo piccolo per la femmina ,entra ,ma l’unione non funziona ;se la femmina è troppo piccola e si forza l’entrata del maschio ,invertito o no ,causa dei danni, l’unione non funziona lo stesso e si rischia di essere querelati per danni o peggio.



Ci facciamo spiegare dove fanno una crimpatura ,il tutto in Spagnolo ,da gente . gentile ,ma che non è abituata a questo gioco delle coppie, con unioni di elementi più o meno invertiti ,in modo stabile o aleatorio.



Dopo molti tentativi arriviamo da un riparatore di gru di camion che sembra che abbia la macchina per crimparci l’invertito.



E’ mezzogiorno .



La machina c’è ,ma il nostro raccordo è troppo sottile per la loro crimpatrice .

Bene compriamo un nuovo tubo e ci attacchiamo tutto,loro hanno un tubo più grosso .

Non va bene: non è un tubo per il gas .



Stiamo per suicidarci pensando al microonde forever ,addio spaghetti ,caffè, pesci cotti ,addio toast ,……quando l’operatore, vedendoci sull’orlo del suicidio dice la parola magica “haremos un intento”.

Il peduncolo della femmina non entra nel tubo ,grande femmina ,grande peduncolo, mi sembra normale; forziamo la femmina ,niente da fare ,si rischia di romperla.

Smontiamo un’altra femmina e rimediamo un piccolo peduncolo ,entra nel tubo ,ma forse è troppo delicato per la violenza della crimpatura.

La femmina crimpata spesso si rompe.



Aspettiamo sfiduciati .

Invece ,miracolo tutti accettano tutto ed abbiamo una femmina, invertita, grande, crimpata a dovere.

Costo novantaquatttro centesimi di euro



E’ mezzogiorno e mezzo,andiamo a caricare le fatidiche bombole.

Dopo un’ora dovrebbero renderci le bombole .



Nel frattempo lo stesso Spagnolo semialbino sbruciacchiatello sta facendo la danza della disperazione : nessuna delle sue altre bombole viene accettata .



O la femmina o il maschio o l’invertito non funzionano e non si accoppiano.

L’efficienza Spagnola davanti agli invertiti si ferma .

Non vogliono averci niente a che fare: perdono soldi ,ma gli invertiti ce li dobbiamo mettere noi.



Dopo ancora un po’ arrivano le bombole ,facciamo gli scongiuri e…. miracolo ..

Il grosso maschio si è accoppiato con la nostra grossa femmina crimpata : un’accoppiamento invertito ,naturalmente.



Non ci frega niente ,siamo felici: abbiamo le bombole

Meno di dieci euro di gas e tre ore di attesa di quattro professionisti in vacanza.



Torniamo alla barca.



“ Carlo vuoi una fetta di crostata?”



Le crostate continuano a non piacermi,ma quelle di Vittorio sono speciali,invitanti, ammiccanti nella loro sinfonia di profumi,colori,aspettativa di sapori, ben calibrati.



Però ripenso ai trentadue minuti di cottura a forno piuttosto caldo ,a tutto il gas che fuoriesce ad ogni minuto , che dico ,ad ogni secondo.

Io ,poi ,malgrado la mia laurea in ingegneria meccanica ,detesto gli accoppiamenti invertiti .

“No grazie ,sarà per un’altra volta”ed in cuor mio :speriamo mai, eee….vorrei che questo gas durasse in eterno.


© 2004 Venticinquemilamiglia. Tutti i diritti riservati.