Racconti di Viaggio


Racconti, lettere, stupidaggini che hanno per tema un viaggio, un posto, una situazione o un ricordo.

Sieti liberi di mandarmi i vostri testi che saro' contento di pubblicare su Venticinquemilamiglia.
Per commentare invece i racconti scritti dagli altri, usate il forum oppure il Muro dei Graffiti.
I Racconti
 I racconti di Muttley  Racconti scritti da voi




vuoi inserire un tuo racconto?...clicca qui!

Tutti gli scogli del mondo
(Prickly Bay, 24 Aprile, by Carlo)
Dalla parte di Nemo
(14 Marzo, by Paola Lancia)
A Lady in reed
(Grenada, 6 Marzo, by Carlo)
Mistero ai caraibi
(Caraibi, 6 Marzo, by Carlo)
Capre e capricorni
(Mindelo, 6 Marzo, by Carlo)
Le due città
(Capoverde, 6 Marzo, by Carlo)
Diario di viaggio 3
(6 Marzo, by Carlo)
Diario di viaggio 2
(6 Marzo, by Carlo)
Diario di viaggio 1
(Capoverde, 6 Marzo, by Carlo)
Il Diario di Bordo di Aquileia
(Aquileia, 3 Dicembre, by Spartaco Ippolitoni)
Un cambio di vento
(Mahon ,Ibiza,isole Baleari, 2 Dicembre, by Carlo Farina)
La triste storia di un parabordo
(Tariffa, 2 Dicembre, by Carlo Farina)
Corri Carlo corri,corri nella nebbia
(Lanzarote, 2 Dicembre, by Carlo Farina)
L'uccello, Carlo e l'avventura
(Fuerteventura, 2 Dicembre, by Carlo Farina)
Tomani rrisparmien !
(Fuerteventura, 2 Dicembre, by Carlo farina)
Raggi Gamma nella notte alle porte di Tanneuser
(Gran Canaria, 2 Dicembre, by Carlo Farina)
Un grande maschio invertito
(Gran Canaria, 2 Dicembre, by Carlo Farina)
Sola nel blu
(19 Settembre, by Paola Lancia)
Once we were Cannibals (dalla parte dei cannibali)
(5 Settembre, by Carlo)
Cotti e mangiati
(1 Settembre, by Carlo Farina)
Zeta l'orgia di scrivere
(1 Dicembre, by Carlo)
Giriamo in tondo
(1 Dicembre, by Carlo)
Domani
(1 Dicembre, by Carlo )
Tornati
(7 Settembre, by Giancarlo Albani)
Essere soli...
(23 Agosto, by Giorgio Basile)
Un uomo ferito
(19 Agosto, by Carlo)
Discussione concitata
(19 Agosto, by Carlo)
Gaetano piuttosto varano
(12 Agosto, by Carlo)
Un viaggio da ricordare
(3 Agosto, by Laura D.)
I fidanzatini del Cairo
(29 Luglio, by Giorgio Basile)
Fra le onde dell'oceano
(11 Maggio, by Sandro da Monteveglio)
Dai che ce la fai!
(9 Maggio, by Enzo Mazza)
Dieci piccoli indiani in crociera.
(29 Aprile, by Carlo)
www. venticinque…..
(Panama, 29 Aprile, by Carlo)
Ricomincio da tre
(Navigazione, 29 Aprile, by Carlo)
Muore un papa
(Navigazione, 29 Aprile, by Carlo)
Pollice verso
(Galapagos, 29 Aprile, by Carlo)
Notte di luna
(29 Aprile, by Carlo)
Ma che bello
(26 Aprile, by Marziagigibetta)
Con i telefoni che impazzano...
(25 Aprile, by Roberta)
Storia di Cartagena: Una tranquilla serata in America (2/3)
(Cartagena, 19 Aprile, by Carlo)
Paro de buses
(Colon, 19 Aprile, by Carlo)
Storia di Cartagena: L'attacco (1/3)
(Cartagena, 19 Aprile, by Carlo)
Storia di Cartagena: Serata Caraibica (3/3)
(Cartagena, 19 Aprile, by Carlo)
Vita da Kuna
(San Blas, 19 Aprile, by Carlo)
Ma sono tue davvero?
(San Blas, 19 Aprile, by Carlo)
Quanto Tempo?
(15 Aprile, by Bimba)
Biografie
(Cartagena, 4 Aprile, by Carlo)
Spartaco e il Capitano
(Cartagena, 2 Aprile, by Carlo)
Prigionieri...
(Cartagena, 2 Aprile, by Carlo)
Achab e il bullone bianco
(Cartagena, 2 Aprile, by Carlo)
Il merluzzo
(Navigazione, 2 Aprile, by Carlo)
Alla ricerca del pennello giallo
(Cartagena, 30 Marzo, by Carlo)
Diver's Paradise
(Bonaire, 30 Marzo, by Carlo)
Pirati
(Navigazione, 30 Marzo, by Carlo)
Ritorno a casa
(Bonaire, 30 Marzo, by Carlo)
Piedi e Crociere
(Los Roques, 22 Marzo, by Carlo)
Gita a Los Roques
(Los Roques, 22 Marzo, by Carlo)
Amazzonia
(Orinoco, 15 Marzo, by Bruno e Denis)
Accessi..........
(Margarita, 14 Marzo, by Carlo)
Carnaroli a Sulawesi
(Margarita, 14 Marzo, by Carlo)
L'innominabile
(Margarita, 14 Marzo, by Carlo)
Presenze...
(Union Island, 11 Marzo, by Carlo)
Predatori assoluti
(Los Testigos, 11 Marzo, by Carlo)
Conversazione VHF
(Un mare qualsiasi, 11 Marzo, by Miriam)
Truffe e simili
(Margarita, 11 Marzo, by Carlo)
La maledizione dei pirati della luna nuova
(Grenada, 2 Marzo, by Carlo)
Il Grande Fratello
(Grenada, 2 Marzo, by Carlo)
L'ormeggio
(Grenada, 28 Febbraio, by Carlo)
Uomini e topi
(Traversata, 22 Febbraio, by Carlo)
Sbileng
(Traversata, 22 Febbraio, by Carlo)
Il giorno rubato
(Traversata, 22 Febbraio, by Carlo)
Carnevale a Tenerife
(Tenerife, 5 Febbraio, by Carlo)
Cartolina a un'amica
(Las Palmas, 31 Gennaio, by Carlo)
La Pastotta
(Navigazione, 31 Gennaio, by Carlo)
Noi e gli altri
(Navigazione, 28 Gennaio, by Carlo)
Gennaker
(Navigazione, 28 Gennaio, by Carlo)
Parla come magni
(Navigazione, 28 Gennaio, by Carlo)
Le Colonne d'Ercole
(Gibilterra, 28 Gennaio, by Carlo)
Clandestini senza visto
(Algeri, 15 Gennaio, by Carlo)
Tutto come previsto
(Algeri, 13 Gennaio, by Carlo)
Giro del mondo a vela
(Fiumicino, 12 Gennaio, by Carlo)
 Diario di viaggio 1
 by Carlo
data: 06/03/2007 
luogo: Capoverde 

Diario di viaggio 1




Partenza da Canarie per Sal ,Capoverde ,ultimo arcipelago prima della traversata



Contiamo di arrivarci in 5 gg ,vento forte al traverso balliamo per un giorno ,poi smette ed andiamo a vela e motore.

Ci teniamo un po’ più ad est della rotta normale per evitare dei temporali ,infatti faremo tutta la traversata col sole.

Negli ultimi due giorni e mezzo il vento è quasi in poppa piena e surfiamo anche a poco più di dieci nodi ,su mare formato
(quasi tre metri) con solo randa con due mani di terzaroli e trinchettina a farfalla.

Si balla molto ,mettiamo giù la pinna mobile della chiglia e balliamo un po’ meno.

Cosa che era già successa uscendo da Fiumicino.

Arriviamo dignitosamente stanchi ,di notte piena, in poco meno di cinque giorni.

Consumo di combustibile trascurabile ,dovremo abituarci in traversata perché abbiamo autonomia per poco meno di un quarto del percorso.
Il timone automatico lavora (facendo tutti i debiti scongiuri e magari anche quelli indebiti) bene ,se no sarebbe un dramma ,senza luna per parte della notte ,timonare a farfalla è stancantissimo.

Lo abbiamo chiamato sesto ,perché né il sesto uomo di equipaggio,quello che timona di più.

Se mai avrò una barca tutta mia (speriamo proprio di no) si chiamerà primo ,perché timonerà sempre lui e forse imparerà anche a fare qualcos’altro.

A vela perdiamo troppi pesci che si slamano o magari si rompono ,per umanità ritiriamo le canne e troveremo una soluzione.

Due piccole lampughe pagano pegno e finiscono al guazzetto.

Di notte fa freddo ,porca vacca e noi che pensavamo di andare ai tropici.
La cosa è comunque normale perché il vento è da nord est ,in traversata verrà da est e sarà più caldo.

Verrà dall’Africa invece che dall’Atlantico.

A Palmera ,parente del famoso tonno che si fa qui ,in rada si balla da pazzi ,fortuna che ci siamo abituati.

La città non esiste ,non c’è niente ,ci sposteremo per trovare un luogo più abitato e visitare l’isola che non deve essere sconvolgente.



Ci sposteremo in una specie di taxi fatto con un pick up con sei posti esterni.

L’isola non è brutta ,visitiamo una salina ubicata in un cratere vulcanico ,molto bella da vedere e dove si può fare il bagno.

Spartaco e Roberto lo fanno ,sembra che siano nel mar Morto ,galleggiano da pazzi.

Dopo birre e docce in un barettto della salina ,partiamo per una spiaggia di surfisti ,S. Maria ,dall’altra parte dell’isola .

Molti windsurf ,kites ,niente surf da onda . Roberto deve affittare un Windsurf.

La sera vengono da noi degli amici di uno swan 65,daisy blue; Amatriciana spettacolosa di Fabio e guacamole(avocado ,cipolla fresca ,pomodori ,ingredianti segreti di Roberto ) sublime sulle tartine
La loro barca è molto bella ,ma la nostra cucina li stravolge ,con aperitivo Aquileia ,brevettato da Spartaco.

Gli ingredienti sono semisegreti,ma ……..sotto tortura , o meglio ,dietro compenso…..

Il giorno(29-11) dopo partiamo per S. Nikolau ,vento in poppa forza cinque sei

Il primo ormeggio a S Nikolau era pessimo ,proseguiamo per un altro paio d’ore ed arriviamo di sera a Baia do Tarrafal o giù di lì.



Posto carinissimo ,ci fermeremo un giorno in più .

Puliamo la carena ,vicino c’è una fabbrica di inscatolamento del pesce ,sullo scarico dovrebbero esserci trilioni di squali.

Porto la macchina sub ,invece niente ,devono aver paura di me ,ma io non li mangio mica?

Beh ,magari in qualche scatoletta ,travestiti da tonni…….


La carena era poco sporca ,adesso è mal pulita : dovrebbe andare un po’ meglio, almeno per giustificare i nostri moderati sforzi.
Facciamo un giro dell’isola sul solito taxi pick up aperto.
L’isola è divisa in due da una microcatena di monti che arrivano a milletrecentometri –montegordo ( montegrasso) da una parte, sottovento, lato ovest,l’isola è brulla desertica –lava ,dall’altra sopravento abbastanza verde .
Le nuvole arrivano ,salgono sui monti ,scaricano e proseguono ,come in ogni buono studio climatologico.
La parte verde è abitata ,quella desertica ,molto meno ,anche qui si capisce perchè .
I panorami sono molto belli con guglie e creste molto frastagliate .
L’isola deve essere molto giovane ,beata lei.
Beh giovane in senso di ere geologiche .
Beh allora come non detto.
Le città sono povere ,ma dignitose e pulite in tutti e due i lati .
Roberto sta andando a comprare le aragoste ,speriamo bene……


Niente Aragoste ,ripieghiamo su una frittata,ne ho parlato troppo presto.
Meglio ,le bollono vive…..,poi si risparmia (voce del verbo la volpe e l’uva)

La mattina dopo partenza per S Vicente ,con capitale tentacolare ,Mindelo ,la città più grande di Capoverde dopo la capitale ,settantamila abitanti su cinquecentomila in tutto l’arcipelago, senza contare i settecentomila ,emigrati ,principalmente a Roma Termini a fare le cameriere.

Viaggio di sette ore a circa otto nodi con un nord est al lasco .
Passiamo un paio di isolotti praticamente disabitati ,brulli come Marte.
Ci infiliamo nel canale tra S.Vicente e S.Antao con ventisette nodi di prua .
Tiriamo giù tutto ed andiamo a motore all’ormeggio.
In rada c’è una nave militare inglese di appoggio a degli apparentemente cazzutissimi incursori ,che pattugliano in gommone ed un bel tre alberi antico ,con tutti i marinai sulle crocette a sciogliere le vele per partire .

Navighiamo sottovento alle isole per essere più rimossati ,quindi vediamo solo il lato brullo,ma molto probabilmente tutte le isole basse sono completamente desertiche.
Le montagne non sono abbastanza alte da far piovere sopravvento.

Ultima tappa prima della traversata che dovrebbe cominciare il 5/12.


Tempo previsto una quindicina di giorni.


© 2004 Venticinquemilamiglia. Tutti i diritti riservati.