Racconti di Viaggio


Racconti, lettere, stupidaggini che hanno per tema un viaggio, un posto, una situazione o un ricordo.

Sieti liberi di mandarmi i vostri testi che saro' contento di pubblicare su Venticinquemilamiglia.
Per commentare invece i racconti scritti dagli altri, usate il forum oppure il Muro dei Graffiti.
I Racconti
 I racconti di Muttley  Racconti scritti da voi




vuoi inserire un tuo racconto?...clicca qui!

Tutti gli scogli del mondo
(Prickly Bay, 24 Aprile, by Carlo)
Dalla parte di Nemo
(14 Marzo, by Paola Lancia)
A Lady in reed
(Grenada, 6 Marzo, by Carlo)
Mistero ai caraibi
(Caraibi, 6 Marzo, by Carlo)
Capre e capricorni
(Mindelo, 6 Marzo, by Carlo)
Le due città
(Capoverde, 6 Marzo, by Carlo)
Diario di viaggio 3
(6 Marzo, by Carlo)
Diario di viaggio 2
(6 Marzo, by Carlo)
Diario di viaggio 1
(Capoverde, 6 Marzo, by Carlo)
Il Diario di Bordo di Aquileia
(Aquileia, 3 Dicembre, by Spartaco Ippolitoni)
Un cambio di vento
(Mahon ,Ibiza,isole Baleari, 2 Dicembre, by Carlo Farina)
La triste storia di un parabordo
(Tariffa, 2 Dicembre, by Carlo Farina)
Corri Carlo corri,corri nella nebbia
(Lanzarote, 2 Dicembre, by Carlo Farina)
L'uccello, Carlo e l'avventura
(Fuerteventura, 2 Dicembre, by Carlo Farina)
Tomani rrisparmien !
(Fuerteventura, 2 Dicembre, by Carlo farina)
Raggi Gamma nella notte alle porte di Tanneuser
(Gran Canaria, 2 Dicembre, by Carlo Farina)
Un grande maschio invertito
(Gran Canaria, 2 Dicembre, by Carlo Farina)
Sola nel blu
(19 Settembre, by Paola Lancia)
Once we were Cannibals (dalla parte dei cannibali)
(5 Settembre, by Carlo)
Cotti e mangiati
(1 Settembre, by Carlo Farina)
Zeta l'orgia di scrivere
(1 Dicembre, by Carlo)
Giriamo in tondo
(1 Dicembre, by Carlo)
Domani
(1 Dicembre, by Carlo )
Tornati
(7 Settembre, by Giancarlo Albani)
Essere soli...
(23 Agosto, by Giorgio Basile)
Un uomo ferito
(19 Agosto, by Carlo)
Discussione concitata
(19 Agosto, by Carlo)
Gaetano piuttosto varano
(12 Agosto, by Carlo)
Un viaggio da ricordare
(3 Agosto, by Laura D.)
I fidanzatini del Cairo
(29 Luglio, by Giorgio Basile)
Fra le onde dell'oceano
(11 Maggio, by Sandro da Monteveglio)
Dai che ce la fai!
(9 Maggio, by Enzo Mazza)
Dieci piccoli indiani in crociera.
(29 Aprile, by Carlo)
www. venticinque…..
(Panama, 29 Aprile, by Carlo)
Ricomincio da tre
(Navigazione, 29 Aprile, by Carlo)
Muore un papa
(Navigazione, 29 Aprile, by Carlo)
Pollice verso
(Galapagos, 29 Aprile, by Carlo)
Notte di luna
(29 Aprile, by Carlo)
Ma che bello
(26 Aprile, by Marziagigibetta)
Con i telefoni che impazzano...
(25 Aprile, by Roberta)
Storia di Cartagena: Una tranquilla serata in America (2/3)
(Cartagena, 19 Aprile, by Carlo)
Paro de buses
(Colon, 19 Aprile, by Carlo)
Storia di Cartagena: L'attacco (1/3)
(Cartagena, 19 Aprile, by Carlo)
Storia di Cartagena: Serata Caraibica (3/3)
(Cartagena, 19 Aprile, by Carlo)
Vita da Kuna
(San Blas, 19 Aprile, by Carlo)
Ma sono tue davvero?
(San Blas, 19 Aprile, by Carlo)
Quanto Tempo?
(15 Aprile, by Bimba)
Biografie
(Cartagena, 4 Aprile, by Carlo)
Spartaco e il Capitano
(Cartagena, 2 Aprile, by Carlo)
Prigionieri...
(Cartagena, 2 Aprile, by Carlo)
Achab e il bullone bianco
(Cartagena, 2 Aprile, by Carlo)
Il merluzzo
(Navigazione, 2 Aprile, by Carlo)
Alla ricerca del pennello giallo
(Cartagena, 30 Marzo, by Carlo)
Diver's Paradise
(Bonaire, 30 Marzo, by Carlo)
Pirati
(Navigazione, 30 Marzo, by Carlo)
Ritorno a casa
(Bonaire, 30 Marzo, by Carlo)
Piedi e Crociere
(Los Roques, 22 Marzo, by Carlo)
Gita a Los Roques
(Los Roques, 22 Marzo, by Carlo)
Amazzonia
(Orinoco, 15 Marzo, by Bruno e Denis)
Accessi..........
(Margarita, 14 Marzo, by Carlo)
Carnaroli a Sulawesi
(Margarita, 14 Marzo, by Carlo)
L'innominabile
(Margarita, 14 Marzo, by Carlo)
Presenze...
(Union Island, 11 Marzo, by Carlo)
Predatori assoluti
(Los Testigos, 11 Marzo, by Carlo)
Conversazione VHF
(Un mare qualsiasi, 11 Marzo, by Miriam)
Truffe e simili
(Margarita, 11 Marzo, by Carlo)
La maledizione dei pirati della luna nuova
(Grenada, 2 Marzo, by Carlo)
Il Grande Fratello
(Grenada, 2 Marzo, by Carlo)
L'ormeggio
(Grenada, 28 Febbraio, by Carlo)
Uomini e topi
(Traversata, 22 Febbraio, by Carlo)
Sbileng
(Traversata, 22 Febbraio, by Carlo)
Il giorno rubato
(Traversata, 22 Febbraio, by Carlo)
Carnevale a Tenerife
(Tenerife, 5 Febbraio, by Carlo)
Cartolina a un'amica
(Las Palmas, 31 Gennaio, by Carlo)
La Pastotta
(Navigazione, 31 Gennaio, by Carlo)
Noi e gli altri
(Navigazione, 28 Gennaio, by Carlo)
Gennaker
(Navigazione, 28 Gennaio, by Carlo)
Parla come magni
(Navigazione, 28 Gennaio, by Carlo)
Le Colonne d'Ercole
(Gibilterra, 28 Gennaio, by Carlo)
Clandestini senza visto
(Algeri, 15 Gennaio, by Carlo)
Tutto come previsto
(Algeri, 13 Gennaio, by Carlo)
Giro del mondo a vela
(Fiumicino, 12 Gennaio, by Carlo)
 Mistero ai caraibi
 by Carlo
data: 06/03/2007 
luogo: Caraibi 

Mistero ai caraibi




Non sapevo se chiamare questa storia ,Duello nell’Atlantico , Caccia allo Spinnaker rosso ,o Incontri ravvicinati del quarto tipo (contatto fisico,collisione)

Ogni tanto in navigazione si incontra qualche nave ( in traversata quasi mai) e sembra sempre che siamo in rotta di collisione .

La nave è sempre lì ,con lo stesso rilevamento,la vediamo sempre nella stessa direzione.

Se invece va in avanti ,ci passa di prua ,se va verso dietro , ci passa di poppa ( de Lapalisse),se si avvicina e non sembra che vada ne in avanti ne indietro siamo in rotta di collisione .

Di solito non siamo mai in rotta di collisione, ma quando la nave “ nemica” è lontana (il rilevamento)si sposta di molto poco e siamo sempre un po’ preoccupati.

L’altr’anno in traversata abbiamo visto una sola stupida nave che sembrava in rotta di collisione ,dopo una ventina di minuti non si era ancora spostata : era veramente in rotta di collisione .

Dico, tra trentamila trilioni di miglia quadrate dell’oceano,ad un migliaio di miglia dalla costa ,voleva tagliare in due proprio la nostra dinette?

La chiamiamo per radio,andavano in Brasile e non ci avevano visti sul radar ,le barche a vela anche quelle in acciaio ,sul radar si vedono poco.

O forse era sbronzo o dormiva anche il radar.

Niente collisione e continuazione del viaggio.

Questa volta è stato molto meno traumatico ,ma più misterioso.

A novecento miglia dalle Capo Verde stiamo vedendo il dvd del film “il postino” ,tutti salvo Carlo ,che con la scusa di stare di vedetta ,ne approfitta per non vedere i film che considera intellettuali.

Peggio per lui ,il film era bellissimo.

Tutti in dinette , Carlo: la piccola vedetta lombarda .

Un giro di orizzonte ,per vedere eventuali pericoli ,non so ,icebergs all’equatore ,superpetroliere-supertanker che ci tagliano in due- etc.

Uno sguardo al drifter ,grande vela di prua ,che avevamo montato la mattina .

Nessun problema ,nessun iceberg quasi all’equatore,nessuna supertanker assassina .

Il drifter lavora non perfettamente ,ma in modo accettabile.

Quand’ecco…..,quand’ecco (suspence) una macchia rossa ,una macchia rossa all’orizzonte : uno spinnaker di qualcun altro che attraversa .

La piccola vedetta lombarda aveva fatto il suo dovere ,informa il resto della ciurma e tutti fuori a caccia dello spinnaker rosso .

Ha una rotta convergente con la nostra ,dovremmo passare non troppo lontani ,saremo adesso a cinque miglia.

Lo chiamiamo per radio ,non ci ha ancora visti ,ci cercano all’orizzonte ,non ci trovano .

Mica hanno una vedetta Lombarda ……loro..

Gli diciamo in che direzione guardare ,ci vedono .

Sono degli inglesi che vanno a San Martin ,isola un po’ più a nord di Martinica ,dove andiamo noi ,e che è mezza Francese e mezza Olandese.

Si avvicinano piano, piano ,sembra che siamo in rotta di collisione ,come al solito.

Via ,via che si avvicina lentamente ,sempre in rotta di collisione, si riconoscono i dettagli : come vela hanno solo un Jennaker ( cugino stretto della spinnaker), niente randa in vista e due trinchettine gemelle arrotolate su due stralli diversi,sono perfettamente attrezzati per le traversate oceaniche.

Mentre ci avvicinavamo abbiamo pensato ad una specie di regata si potrebbe….,Roberto o Spartaco o Fabio (regatanti) al timone ,cambiare vele ,levare tendalini, poggiare un minimo per allungare la sua rotta all’incrocio.

Ma poi invece ,ognuno per la sua strada ,col pilota automatico,tutti i tendalini e traine al loro posto.

Loro , durante l’avvicinamento , dicono anche di aver preso un pesce .
Il loro jennaker si sventa ogni tanto perché hanno un’andatura troppo poggiata ,col vento troppo in poppa ; con l’onda lunga la barca ondeggia e la vela ogni tanto si sgonfia un po’.

Due chiacchiere per radio ed ognuno per la sua strada.

Ci dicono di non stare troppo a nord che c’è poco vento (meglio ,così balliamo meno perché in mare aperto col vento vengono anche le onde – de Lapalisse-)

Sono partiti come noi dalle Capo Verde e dopo novecento miglia di mare ci sfilano ,duecento metri scarsi sulla prua e si perdono nel nulla dell’oceano(dopo sei ore)

Qualcosa non quadra, sono troppo a sud e vanno ancora più a sud ,forse a cercare il vento ,ma con quella andatura il jennaker lavora male ,hanno il vento troppo in poppa.

Comunque ci hanno movimentato un triste pomeriggio.

Roberto vede qualcosa .

Che è successo alla barca nemica ?

A loro niente ,invece a noi…..:la randa non và ,si sta per sciogliere ,ha strappato delle fettucce che ne riducevano la superficie,ed un borosa ,corda la tiene giù per ridurre la superficie, è troppo lenta.

Per questo le fettucce ,Matafioni,si sono strappati.

La randa può aprirsi completamente di colpo e danneggiarsi.

Una rapidissima riparazione e tutto torna come prima .

Ma tu ,piccola vedetta Lombarda ,potevi dare uno straccio di controllo anche alla randa ,anche se stava lì da cinque giorni?

Rimane un mistero ,per andare a San Martin dovevano tenere una rotta molto più a nord ,così arrivano in Sudamerica ,con una rotta più alta ,prendono il vento meno in poppa ,quasi al lasco e col jennaker corrono molto di più .

Inoltre con una rotta così, per arrivare a s. Martin, dopo dovranno fare dei pezzi di bolina larga o traverso ,con le onde ballano molto.

Vanno piano apposta e dopo dovranno soffrire sulle onde al traverso…..

Andranno veramente a San Martin ?

Hanno fatto un errore di vela?

Non vogliono andare a San Martin che è abbastanza lagnosa?

Non hanno sentito le previsioni che danno più vento verso nord?

I fatti tra l’altro hanno dato ragione alle previsioni .

Vanno invece a Tobago dove ci sono delle donne bellissime , o addirittura in Brasile?

Anche a Stintino ,in Sardegna abbiamo visto una barca sospetta che diceva di andare alla Baleari e aveva fatto troppa nafta….ed è ripartita nel pieno della notte per un passaggio abbastanza difficile .

Tanto devono tornare a Nord se vogliono andare a s. Martin ,vedrai che li rivediamo!

Dopo due giorni ,una luce bianca nella notte ,circa alla nostra velocità.
Viaggiamo paralleli per tre ore ,nella notte ,a tre quattro miglia di distanza
Ogni tanto la luce scompare per qualche minuto,non dovrebbero essere le onde che li coprono ,perché il mare è quasi calmo
Inoltre le onde li farebbero sparire per massimo venti trenta secondi..

Non sono visibili sul radar ,ma le barche a vela spesso non lo sono.

Aspettiamo domattina per chiamarli per radio.

La mattina non sono più lì.

Dopo che erano spariti per qualche minuto…..i minuti sono diventati dieci ,venti, spariti per sempre .

Erano di nuovo loro?

E ,se si che era successo?

La risposta non la sapremo mai.

Invece sappiamo benissimo che la noia abissale delle traversate, fa ingigantire incontri e scrivere racconti anche su un banale jennaker rosso visto in mezzo al mare a novecento miglia dalle Capo Verde e a milleduecento dalle isole dei Caraibi.



© 2004 Venticinquemilamiglia. Tutti i diritti riservati.