Racconti di Viaggio


Racconti, lettere, stupidaggini che hanno per tema un viaggio, un posto, una situazione o un ricordo.

Sieti liberi di mandarmi i vostri testi che saro' contento di pubblicare su Venticinquemilamiglia.
Per commentare invece i racconti scritti dagli altri, usate il forum oppure il Muro dei Graffiti.
I Racconti
 I racconti di Muttley  Racconti scritti da voi




vuoi inserire un tuo racconto?...clicca qui!

Tutti gli scogli del mondo
(Prickly Bay, 24 Aprile, by Carlo)
Dalla parte di Nemo
(14 Marzo, by Paola Lancia)
A Lady in reed
(Grenada, 6 Marzo, by Carlo)
Mistero ai caraibi
(Caraibi, 6 Marzo, by Carlo)
Capre e capricorni
(Mindelo, 6 Marzo, by Carlo)
Le due città
(Capoverde, 6 Marzo, by Carlo)
Diario di viaggio 3
(6 Marzo, by Carlo)
Diario di viaggio 2
(6 Marzo, by Carlo)
Diario di viaggio 1
(Capoverde, 6 Marzo, by Carlo)
Il Diario di Bordo di Aquileia
(Aquileia, 3 Dicembre, by Spartaco Ippolitoni)
Un cambio di vento
(Mahon ,Ibiza,isole Baleari, 2 Dicembre, by Carlo Farina)
La triste storia di un parabordo
(Tariffa, 2 Dicembre, by Carlo Farina)
Corri Carlo corri,corri nella nebbia
(Lanzarote, 2 Dicembre, by Carlo Farina)
L'uccello, Carlo e l'avventura
(Fuerteventura, 2 Dicembre, by Carlo Farina)
Tomani rrisparmien !
(Fuerteventura, 2 Dicembre, by Carlo farina)
Raggi Gamma nella notte alle porte di Tanneuser
(Gran Canaria, 2 Dicembre, by Carlo Farina)
Un grande maschio invertito
(Gran Canaria, 2 Dicembre, by Carlo Farina)
Sola nel blu
(19 Settembre, by Paola Lancia)
Once we were Cannibals (dalla parte dei cannibali)
(5 Settembre, by Carlo)
Cotti e mangiati
(1 Settembre, by Carlo Farina)
Zeta l'orgia di scrivere
(1 Dicembre, by Carlo)
Giriamo in tondo
(1 Dicembre, by Carlo)
Domani
(1 Dicembre, by Carlo )
Tornati
(7 Settembre, by Giancarlo Albani)
Essere soli...
(23 Agosto, by Giorgio Basile)
Un uomo ferito
(19 Agosto, by Carlo)
Discussione concitata
(19 Agosto, by Carlo)
Gaetano piuttosto varano
(12 Agosto, by Carlo)
Un viaggio da ricordare
(3 Agosto, by Laura D.)
I fidanzatini del Cairo
(29 Luglio, by Giorgio Basile)
Fra le onde dell'oceano
(11 Maggio, by Sandro da Monteveglio)
Dai che ce la fai!
(9 Maggio, by Enzo Mazza)
Dieci piccoli indiani in crociera.
(29 Aprile, by Carlo)
www. venticinque…..
(Panama, 29 Aprile, by Carlo)
Ricomincio da tre
(Navigazione, 29 Aprile, by Carlo)
Muore un papa
(Navigazione, 29 Aprile, by Carlo)
Pollice verso
(Galapagos, 29 Aprile, by Carlo)
Notte di luna
(29 Aprile, by Carlo)
Ma che bello
(26 Aprile, by Marziagigibetta)
Con i telefoni che impazzano...
(25 Aprile, by Roberta)
Storia di Cartagena: Una tranquilla serata in America (2/3)
(Cartagena, 19 Aprile, by Carlo)
Paro de buses
(Colon, 19 Aprile, by Carlo)
Storia di Cartagena: L'attacco (1/3)
(Cartagena, 19 Aprile, by Carlo)
Storia di Cartagena: Serata Caraibica (3/3)
(Cartagena, 19 Aprile, by Carlo)
Vita da Kuna
(San Blas, 19 Aprile, by Carlo)
Ma sono tue davvero?
(San Blas, 19 Aprile, by Carlo)
Quanto Tempo?
(15 Aprile, by Bimba)
Biografie
(Cartagena, 4 Aprile, by Carlo)
Spartaco e il Capitano
(Cartagena, 2 Aprile, by Carlo)
Prigionieri...
(Cartagena, 2 Aprile, by Carlo)
Achab e il bullone bianco
(Cartagena, 2 Aprile, by Carlo)
Il merluzzo
(Navigazione, 2 Aprile, by Carlo)
Alla ricerca del pennello giallo
(Cartagena, 30 Marzo, by Carlo)
Diver's Paradise
(Bonaire, 30 Marzo, by Carlo)
Pirati
(Navigazione, 30 Marzo, by Carlo)
Ritorno a casa
(Bonaire, 30 Marzo, by Carlo)
Piedi e Crociere
(Los Roques, 22 Marzo, by Carlo)
Gita a Los Roques
(Los Roques, 22 Marzo, by Carlo)
Amazzonia
(Orinoco, 15 Marzo, by Bruno e Denis)
Accessi..........
(Margarita, 14 Marzo, by Carlo)
Carnaroli a Sulawesi
(Margarita, 14 Marzo, by Carlo)
L'innominabile
(Margarita, 14 Marzo, by Carlo)
Presenze...
(Union Island, 11 Marzo, by Carlo)
Predatori assoluti
(Los Testigos, 11 Marzo, by Carlo)
Conversazione VHF
(Un mare qualsiasi, 11 Marzo, by Miriam)
Truffe e simili
(Margarita, 11 Marzo, by Carlo)
La maledizione dei pirati della luna nuova
(Grenada, 2 Marzo, by Carlo)
Il Grande Fratello
(Grenada, 2 Marzo, by Carlo)
L'ormeggio
(Grenada, 28 Febbraio, by Carlo)
Uomini e topi
(Traversata, 22 Febbraio, by Carlo)
Sbileng
(Traversata, 22 Febbraio, by Carlo)
Il giorno rubato
(Traversata, 22 Febbraio, by Carlo)
Carnevale a Tenerife
(Tenerife, 5 Febbraio, by Carlo)
Cartolina a un'amica
(Las Palmas, 31 Gennaio, by Carlo)
La Pastotta
(Navigazione, 31 Gennaio, by Carlo)
Noi e gli altri
(Navigazione, 28 Gennaio, by Carlo)
Gennaker
(Navigazione, 28 Gennaio, by Carlo)
Parla come magni
(Navigazione, 28 Gennaio, by Carlo)
Le Colonne d'Ercole
(Gibilterra, 28 Gennaio, by Carlo)
Clandestini senza visto
(Algeri, 15 Gennaio, by Carlo)
Tutto come previsto
(Algeri, 13 Gennaio, by Carlo)
Giro del mondo a vela
(Fiumicino, 12 Gennaio, by Carlo)
 L'ormeggio
 by Carlo
data: 28/02/2005 
luogo: Grenada 

L'ormeggio




Marina di Pricle Bay ,una mattina



Rompere la monotonia dell’ormeggio (e non solo quella ).

Arriva accanto a noi un grosso yacht.

Si deve ormeggiare in testa al nostro molo ,a tre, quattro metri da noi.

E’ a motore ,magari con eliche di prua e forse anche a centro barca, per manovrare meglio.

Tirato a lucido ,scintillante nel suo immacolato splendore …..



In pratica quaranta metri abbondanti di ferro da stiro ….

………..?????........

Stai pensando a quanto può costare una cosa simile?......



No,no

Hai detto quaranta metri di ferro da stiro? …… Stavo pensando alla taglia della camicia..!



Cretino! “Ferro da stiro” è un termine dispregiativo dato da velisti e gommonauti a questi Megayacht a motore ,soprattutto quelli velocissimi senza tuga ,che loro non potranno mai permettersi (e che se potessero non si comprerebbero comunque)



Il ferro manovra per il parcheggio ….



Ormeggio, cretino , il parcheggio in mare non esiste!



Beh ,se è per questo ,anche in terra è in via di estinzione ,soprattutto nei centri storici.

Comunque tra poco faranno anche le barche alterne :un giorno possono circolare solo quelle a motore ,un giorno solo quelle a vela .

E se nel giorno a vela non c’è vento?

Il giorno dopo tornano a casa a motore .

Comunque hanno già fatto i sensi unici nell’Atlantico .

Sensi unici ?

Si, per andare bisogna scendere almeno fino alle Canarie ,per tornare bisogna salire almeno fino alle Azzorre .

Due sensi unici larghi un migliaio di chilometri.

Ma non sarà mica a causa degli Alisei?



Non lo so ,non li conosco ,non so nemmeno chi siano ,comunque la tassa speciale per la protezione degli Alisei non la voglio pagare .



Il ferro da stiro comincia la manovra .

Per essere ben sicuro che venga male malgrado le eliche di prua : incrocia le ancore .

Quella di destra va a sinistra e viceversa .



Adesso il ferro può mollare le ancore come vuole ,ma ,se vuole ritirarle su, deve scioglierle ,e loro maligne sono annodate per bene .



Eliche ,timoni ,ancore a trattenere ,sembrerebbe tutto normale .

Cime a terra ….abbittate prontamente …(cioè fissate su dei pioli per potersi tirare).



Tesano (tiriano) le cime con un winch così si avvicinano alle bitte e quindi al molo.



Se la montagna non và a Maometto………..Maometto va alla montagna…..



Che c’entra Maometto?



Se il ferro da stiro non si avvicina alle bitte perché è troppo grosso e pesante…:una bitta ,strappata dal molo, schizza verso il Megacoso .

Estirpata senza scampo dal suo alloggiamento nel cemento armato .



Senza morti o feriti ,fortunatamente.



Salvo forse l’orgoglio del Megacoso.



Fortunatamente la base della bitta era stata fissata male all’armatura del calcestruzzo.

Fortunatamente ?

Fortunatamente ….perché se no il Megacoso si stirava anche il molo dove eravamo attaccati anche noi e magari anche un bel pezzo di montagna ,tanto per rimanere in tema .



Il nostro capitano , sapendo leggere e scrivere ,ma soprattutto far di conto nelle cose marinare ,aveva fatto levare tutte le nostre cime dalle bitte a rischio .



Comunque si passa una cima su di un pilone del molo ed il pilone regge .

Fortunatamente ,perché al molo ,a rischio ,c’eravamo anche noi.



La cima a terra,a mezza barca ,fissata al pilone, tira da pazzi ,ma è robusta e regge .



Parabordi dappertutto: belli ,grandi ,tanti ,di tutte le forme e dimensioni ,con una calza esterna antiusura ed antisporco in bellissimo nylon blu,con degli attacchi alla barca che sono dei pezzi stampati in plastica in un unico blocco , scorrono sul corrimano , con delle cime fissate in permanenza (altro che i normali nodi plebei,segno evidente di indigenza).



Adesso con le ancore incasinate e le cime tiratissime verso il molo ,finalmente: i parabordi megagalattici cominciavano a guadagnarsi il pane come i loro lontani cugini plebei ,che sulle nostre barche (nostre si fa per dire )sono spesso sporchi e rovinati .

Adesso devono tener lontano dal molo spigolosissimo quel coso immenso.



Chiamati a fare il loro lavoro ,forse per non perdere un lavoro così prestigioso e dei vestiti così eleganti ,coccolati ,lavati ed accuditi come si conviene al loro rango,i principi dei parabordi per il momento riescono nel loro lavoro ,profumatamente pagato.



Le ancore sono incasinate ,ma tengono ;una barca appoggio con subacquei e gru cerca di
disincasinarle ,con l’aiuto dei sub del megacoso.



La situazione è sotto controllo .



“per sicurezza recuperiamo un po’ di catena dell’ancora di sinistra “



Trunk trunk trunk ,qualche metro di ancora è recuperato dai solerti salpa ancore
elettropneumomecannucleari.



Ma…l’ancora di sinistra ,incasinata ,ha la catena che passa sotto lo scafo e sbuca sulla destra .



Tirando ,la prua della barca si sposta verso destra ,allontanandosi dal prolungamento ideale del molo . (ovviamente il coso è molto più lungo del molo)



Bene ,è in sicurezza ,allora .



Mah ……..la prua va all’esterno ,….il centro è vincolato con una supercima al molo che la tiene ferma e le fa fare da perno ……e…. la poppa che farà ?



Se avete detto “si schianta sul molo” avete indovinato!



Due orrende pustole sulla faccia del bellissimo ,due macchie sul suo onore ,due vergogne da cancellare al più presto con una solerte operazione di lifting,di chirurgia plastica sul campo e poi delle rifiniture quando arriverà ad una clinica al suo livello.



Vengono messi altri meravigliosi parabordi a tener lontano quello spigolo ambulante che chiamano pomposamente molo.



L’equipaggio ,bello come il megacoso, a lavorare per tenere giù i parabordi che volevano sfilarsi e finire di soffrire quelle pene insopportabili ,triturati tra il ferro da stiro ed il molo spigoloso.



Per i parabordi ormai era meglio il licenziamento,l’eutanasia o magari una indecorosa vecchiaia ,venduti a qualche barca di plebei,magari addirittura privati delle loro calze in nylon ,ancora immacolate .



L’equipaggio ,con un po’ di nostro aiuto, cerca di reggere .

Sembra riuscirci ……



Trunk ,trunk ,trunk ,qualche altro metro di catenaa recuperato ,la prua un altro po’ in fuori ….

La cima a mezza nave fa da perno.

E la poppa?....

Addosso ai parabordi ,che entrano in sciopero per non morire e schizzano fuori dall’appoggio sul molo .

Sta per succedere l’inevitabile……



Invece il miracolo…..



Allentano l’ancora (cosa che gli avevamo consigliato in tutti i modi ed in tutte le lingue ,anche mimandoglielo in Esperanto ed in Sanscrito) e tutto torna normale.



Il bellissimo equipaggio tira un sospiro di sollievo e termina anche lo sciopero dei parabordi.



Passa la notte ,con qualche luce di sub che sta lavorando ancora all’ancora.



Da una vetrata iperlucidotrasparentissima si intravede una televisione ,modello schermodacinema .
La definizione ,malgrado la vetrata, è molto più nitida del mio minicavolo di televisore proletario di casa mia (quello della nostra barca è esoterico ,al plasma,deve essere una fissazione delle barche ).
I bellissimi dell’equipaggio vengono a fumare fuori ,sul ponte ,davanti a noi;dentro probabilmente è proibito ,magari si dispiace un arazzo ,un quadro ….una moquette.



Se fumano ,avvelenano anche te ,falli smettere!



C’è vento ,non avvelenano nessuno ,e poi sono una cosa nuova in questo porto,semiassassinato a settembre da un cattivissimo ,spietato uragano: Ivan(il terribile).

Siamo lì ,al buio ,guardando il megatelevisore del ferro da stiro attraverso la vetrata ,senza audio .

………..Sperando che arrivi a fumare la bellissima .

Sfiga pazzesca ,……non fuma ,…. un crimine ….

Sì hai ragione ,fumare le farebbe male ..

Ma ……farebbe bene a noi …



Domandiamo ,per favore ,di alzare il sonoro della televisione .

Ci rispondono seri,molto gentilmente, che non è possibile ..

……Ci hanno preso proprio sul serio.



La mattina dopo …..



L’eroica cima a mezza barca ,che suo malgrado aveva fatto toccare la barca sul molo ,e che,per punizione , era stata lasciata da sola a strofinare contro cemento ruvido del pilone quadrato, era morta tra atroci tormenti emettendo gemiti strazianti..

Pendeva esanime ,senza tensione vitale da un occhio di cubia ( buco nel parapetto),ormai inutile,sfilacciata ;uccisa ,ma non vinta ;aveva difeso la barca per tutta la notte ed aveva finito il suo compito.

Adesso il vento era cambiato e non serviva più .



Avrebbe meritato di essere sepolta in mare ,ma sarà probabilmente declassata a cima di secondo ordine ,magari da usare tagliandone il corpo a pezzi………..per farne degli stroppi ,appunto dei pezzi.



Per il seguito : alla prossima puntata.

(ps il megacoso se ne è riandato via quasi subito)



“Che bella barca ,chissà cosa potrei fare io lì .



Non il charterista :troppo caro ,ma anche troppo lusso per me; magari mi chiedono di mettermi la giacca per cena .



Orazio magari ci si troverebbe benissimo è un signore ,”lui”.

Forse concorrerebbe addirittura a fare il capitano .

Io potrei fare solo il cuoco ,o meglio il cuoco –barman –animatore : parlo le lingue ,sono più brillante degli Americani:cocktails a pacchi da tenere tutti sempre sotto spirito ,..un cuoco Napoletano verace è sempre molto prestigioso………….. “



“Ben pagato…”

“Non me ne frega niente ….”



“Ma , allora?Ti trovi male dove stai?”

“Assolutamente no!”



“E perché cavolo vuoi andare a lavorare su quel Ferro da stiro?”



“Dico..…..Ma le hai viste le Hostess?”

© 2004 Venticinquemilamiglia. Tutti i diritti riservati.