Riscatto Viterbese, i leoni si impongono per 2-0 al Rocchi contro la Sicula Leonzio

Tre punti meritati e importanti per i gialloblù, i quali consolidano la loro posizione in zona play-off

137

Missione reazione compiuta. La Viterbese mette alle spalle la sconfitta nel derby superando 2-0 la Sicula Leonzio. Una partita non esaltante per intensità e ritmo di gioco, ma affrontata nel modo giusto dalla squadra di Lopez. I gialloblù hanno comandato il gioco e fatto la partita, sbloccandola al 27’ con Michele Volpe e chiudendola già ad inizio ripresa con Tounkara. Dall’altra parte molto poco la Sicula Leonzio, mai capace di reagire al cospetto di una Viterbese comunque attenta a non concedere mai occasioni che potessero rimettere la partita in discussione. Tre punti meritati e importanti per i gialloblù, i quali consolidano la loro posizione in zona play-off, tanto lavoro da fare, invece, per Bucaro sulla panchina della squadra siciliana che rimane ultima in classifica.

Viterbese-Sicula Leonzio: 2-0

Viterbese (3-5-2): Vitali; De Giorgi, Atanasov, Baschirotto; Zanoli (dal 79’ Bianchi), Bensaja (dal 63’ Besea), Sibilia, Palermo (dal 79’ Antezza), Errico; Volpe (dal 66’ Culina), Tounkara. A disp: Maraolo, Antezza, Besea, Milillo, Svidercoschi, De Falco, Urso, Ricci, Molinaro, Bianchi, Simonelli, Culina. Allenatore: Giovanni Lopez.

Sicula Leonzio (4-4-2): Polverino; De Rossi (dal 66’ Talarico), Petta, Sosa, Sabatino; Parisi (dal 60’ Maimone), Palermo, Esposito, Grillo (dal 60’ Vitale); Sicurella (dal 46’ Lescano), Scardina. A disp: Governali, Talarico, Ferrini, Maimone, Tafa, Vitale, Megelaitis, Lescano. Allenatore: Giovanni Bucaro.

Arbitro: Ermanno Feliciano di Teramo.

Reti: 27’ Volpe (V), 47’ Tounkara (V).

Ammoniti: 43’ Tounkara (V), 43’ De Rossi (S), 55’ Volpe (V), 64’ Besea (V), 81’ Sosa (S), 86’ Sibilia (V).

Recupero: 2’ P.T; 4’ S.T.

Dopo la batosta di Rieti Lopez abbandona i tre attaccanti tornando al classico 3-5-2. Davanti si rivede dall’inizio la coppia Volpe-Tounkara, a centrocampo Palermo torna dal 1’ dopo il lungo infortunio insieme a Sibilia e Bensaja. Fasce presidiate da Zanoli ed Errico, con De Giorgi titolare nei tre dietro al posto di un Milillo apparso opaco nel derby. Sulla panchina della Sicula Leonzio, invece, esordisce Giovanni Bucaro scegliendo un 4-4-2 con Sicurella e Scardina davanti.

Inizio di partita non esaltante dal punto di vista del ritmo e dell’intensità, complice anche il molto caldo che di certo non favorisce la vivacità e la brillantezza. La Viterbese fa la partita tenendo il possesso del pallone e cercando l’ampiezza fornita dagli esterni. Un paio di cross insidiosi da parte di Zanoli ed Errico e la ricerca di combinazioni tra Volpe e Tounkara hanno dato un po’ di lavoro alla difesa della Sicula, la quale invece è schierata con un 4-4-2 ordinato ed è attenta a non lasciare spazi. Anzi, sono proprio gli ospiti a creare l’unica palla goal dei primi venti minuti con una doppia conclusione, prima di Palermo poi di Sicurella. La difesa della Viterbese è brava a respingere ed evitare il peggio.

Nonostante i ritmi blandi, sono comunque i leoni a continuare a fare la partita. La palla gira lentamente, ma il predominio territoriale porta i suoi frutti al 27’, quando i gialloblù trovano l’azione vincente per sbloccare il risultato. Tutto parte dal solito Errico che con un traversone dalla parabola alta pesca sul secondo palo Bensaja, il quale fa la sponda per Volpe che schiaccia il tiro a terra e batte Polverino per l’1-0. Subito dopo un tiro insidioso di Sibilia dalla distanza impegna ancora il portiere ospite, poi il nulla fino al duplice fischio di un primo tempo noioso ma sbloccato dalla quarta rete in campionato di Michele Volpe.

Inizio di ripresa con il botto per i leoni viterbesi. Dopo appena due minuti dal fischio dell’arbitro, infatti, la squadra di Lopez confeziona il raddoppio con una bella azione corale. Volpe si batte in area di rigore e con il tacco libera Sibilia, il numero 30 serve rasoterra Tounkara, il quale da due passi appoggia in rete il tap-in del 2-0. Anche nel secondo tempo, comunque, i ritmi della gara stentano a decollare. La Sicula Leonzio prova una timida reazione nell’ultima parte di gara, ma la Viterbese, forte del doppio vantaggio, si difende con ordine e non subisce grossi pericoli. Un paio di interventi non impossibili di Vitali bloccano le speranze dei ragazzi di Bucaro, mentre deve fare molto di più Polverino dall’altra parte sul tiro di Culina al 76’ per evitare il tre a zero.

Più che le rarissime occasioni da goal, allora, è la consueta girandola di cambi a prendere la scena. Bucaro prova a dare freschezza inserendo Maimone, Vitale e Megelaitis, Lopez, invece, fa riposare Volpe e Palermo mettendo in campo Culina e Antezza, oltre che Besea e Bianchi al posto di Bensaja e Zanoli.

Ordinaria amministrazione negli ultimi minuti di partita per la Viterbese, mai impensierita da una Sicula che non è stata in grado di reagire ai goal dei leoni.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui